Giuseppe Romanotto - Orizzontale 2019

Il Monreale C5 non sbaglia, il Bagheria si inchina

Al Giotti finisce 7-3 e i biancazzurri riconquistano il secondo posto in classifica. LE FOTO

MONREALE, 22 dicembre - Vincere era importante per trascorrere serenamente le feste e per ritrovare il feeling con i tre punti, dopo due pareggi consecutivi. Missione compiuta: il Monreale si sbarazza senza eccessive difficoltà del Bagheria Città delle Ville col punteggio di 7-3 e torna prepotentemente al secondo posto della classifica.

Sfruttando la concomitante battuta d'arresto dell'Atletico Campobello, infatti, i ragazzi di mister Buccheri si riappropriano della seconda piazza, seppur in coabitazione con il Cus Palermo, corsaro ad Alcamo.
Contro il Bagheria è stato più semplice di quello che si pensava alla vigilia. I nerazzurri erano reduci dal cambio al vertice sulla loro panchina ed erano quotati per disputare ben altra partita. Ed invece così non è stato. Merito, soprattutto, di un Monreale, che, a differenza delle altre volte, non è partito a diesel, ma a manetta e nel giro di pochi minuti ha imposto la legge del più forte.

Tutto è girato bene per i padroni di casa, che hanno messo in mostra un bel gioco, ma soprattutto quella tenuta mentale necessaria per avere ragione di quelle squadre che sulla carta possono sembrare di rango inferiore, ma che poi, alla rese dei conti, possono essere domate solo se l'impegno è massimale.
Man of the match Totò Pitarresi, che con i suoi tre gol ha indirizzato la partita dalla parte monrealese. Da sottolineare pure il bel gol di Giacomo Catalano, quello che ha rotto il ghiaccio, con un bel sinistro rasoterra, così come il cucchiaio “alla Totti” di Marco Casamento, che, soprattutto nel primo tempo, è entrato in campo indemoniato, con la grinta di chi sta giocando una partita con la concentrazione a palla. Completano il tabellino Mirko “settepolmoni” Sorrentino e Rino Parisi, che ha fissato i punteggio sul 7-3 finale.
Da parte bagherese due gol di Cannata, il più pericoloso tra gli ospiti e gol facile facile di Mulè. Poco altro in una partita che ha avuto un solo padrone dal primo all'ultimo minuto. Una delle note più liete delle della partita l'esordio di Roberto Lanza, figlio di Massimo, glorioso capitano del Monreale C5 nei primi due anni della sua attività.
Adesso, passato il Natale, la squadra tornerà ad allenarsi con in testa il big match che si giocherà alla ripresa delle ostilità, quando al centro “Giotti” arriverà la Pro Nissa schiacciasassi, leader incontrastata del campionato. Sarà una bellissima sfida che Monreale News racconterà con la consueta attenzione.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna