Giornata Nazionale dello Sport, vincono i carabinieri, ma soprattutto vince la solidarietà

Simpatica e goliardica manifestazione oggi al campo Archimede nel segno della beneficenza. LE FOTO

MONREALE, 6 aprile – Alla fine a vincere sono stati senz'altro il sano valore dello sport e soprattutto il fine solidale che ha animato tutta quanta la manifestazione. Si è svolto nel tardo pomeriggio sul sintetico del campo Archimede il quadrangolare solidale che ha visto fronteggiarsi in campo amministrazione, dipendenti comunali, Arma dei carabinieri e ditta Ecolandia.

Al di là del finale, con la vittoria della rappresentativa dell'Arma, il risultato vero - come detto - sono stati i sorrisi, gli abbracci, il sano agonismo e lo scopo di tutta quanta l'iniziativa, organizzata in occasione della ''Giornata Nazionale dello Sport'' dall'assessore allo sport Letizia Sardisco e dal consulente Salvo Giangreco. Un bel pomeriggio di divertimento che, chiudendo gli occhi sul grado d'atletismo e sulla prestanza fisica (ci sia concessa l'ironia, ndr), quanto ai risultati, valgono soltanto per la cronaca.

Giornataccia per capitan Alberto Arcidiacono, a guida della rappresentativa dell'amministrazione comunale, che in campo non ha certamente brillato, inanellando una serie di sconfitte che le sono costate il titolo di fanalino di coda del torneo. Attacco sterile quello dei politici, incapaci di insaccare nemmeno una rete e tenuti a galla contro gli avversari soltanto dalle ''parate plastiche'' dell'assessore D'Eliseo. Subito sopra i Dipendenti comunali, tra vecchie glorie e giovani promesse che tuttavia, nonostante gli spunti offensivi non riescono ad andare oltre il terzo posto. Tirati a lucido invece sia i Carabinieri che la Ecolandia, le due migliori per grinta e tecnica, belli e divertenti i loro scontri, fino – come detto – alla finalissima.

Alla fine a spuntarla sono stati i militari, ribattezzati presto ''furie rosse'' per via del colore delle casacche e anche di una corsa non indifferente. Sguinzagliando tutti i cavalli delle proprie volanti, alla fine i carabinieri si sono imposti con un sonoro 3-0 (splendido il sinistro sotto la traversa del luogotenente Vincenzo Onorini, che ha fulminato il malcapitato portiere avversario) sui rappresentati della ditta Ecolandia, di certo i più vivaci e animosi del torneo, ben guidati da mister Massimiliano Cangemi e dal presidente Fabio Adimino. Tra goliardici sfottò, schemi degni del miglior Oronzo Canà, galoppate solitarie alla Socrates annesse, e poi ancora tante risate e sano agonismo scorre via così un pomeriggio di sport e solidarietà.

 

Di Fulco - Macelleria
Studio Valerio
Ottica Nuova Visione