Ancora furti di rame: altri vasetti di fiori rubati al cimitero

Già nel marzo scorso altri 70 vasi erano stati trafugati alla cappella "Guglielmo"

MONREALE, 25 novembre - Della serie: nemmeno i morti possono stare in pace. È il caso del cimitero di Monreale, dove qualche giorno fa qualcuno ha pensato bene di trafugare una decina di vasetti di rame posizionati sulle sepolture della parte esterna della cappella ex Cassa Rurale. Un gesto di pessimo gusto, che denota un rispetto pari a zero della sacralità del luogo e dello stato d’animo di chi questo luogo va a visitare.

Tragedia nel deposito Amat: muore un operaio monrealese

L'uomo si chiamava Francesco Franzella, di 58 anni

PALERMO, 22 novembre - Francesco Franzella, operaio di Monreale di 58 anni, è morto stamattina, intorno a mezzogiorno nell'officina meccanica del deposito dell’Amat di via Roccazzo a Palermo. Secondo quanto ricostruito dalla Polizia, che indaga sull'infortunio mortale, l'uomo sarebbe stato investito in pieno dallo scoppio di un ammortizzatore pneumatico. La molla dell'ammortizzatore lo ha colpito violentemente sul petto.

La morte di Francesco Franzella, il dolore della famiglia

Ai familiari il cordoglio del sindaco Filippo Di Matteo

MONREALE, 22 novembre – Un’altra morte sul posto di lavoro ha funestato oggi una famiglia monrealese. Dopo Ciro Bonanno, autotrasportatore, morto schiacciato da un camion lo scorso 12 ottobre, oggi è stata la volta di Francesco Franzella, operaio dell’Amat, investito in pieno dallo scoppio di un ammortizzatore pneumatico. La molla dell'ammortizzatore lo ha colpito violentemente sul petto, uccidendolo sul colpo. Domani sarà eseguita l’autopsia. A casa di Francesco Franzella oggi è stata una giornata di vera e propria disperazione.

Aveva 4 chili di hashish, arrestato dopo un inseguimento di 50 chilometri

L'uomo è stato bloccato al rifornimento autostradale di Scillato

MONREALE, 20 novembre – Dopo un lungo inseguimento stradale, durato circa 50 chilometri, iniziato a Monreale e terminato a Scillato, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia cittadina, hanno tratto in arresto un cittadino tunisino. Si tratta di Ezzedine Ameur, 40enne, disoccupato, residente a Vittoria, in provincia di Ragusa. Erano appena trascorse le ore 11,30 di ieri, quando una pattuglia delle “gazzelle” del Pronto Intervento, ha notato un’autovettura, Alfa Romeo 156 con a bordo un uomo, dirigersi verso il bivio dell’autostrada Palermo-Catania.

Ancora la "banda delle merendine", raid alla Guglielmo II

Furti, atti vandalici e scritte ingiuriose

MONREALE, 16 novembre - Colpisce ancora la banda delle merendine. Stavolta a farne le spese è stata al scuola media statale Guglielmo II. L’azione della banda si è rivolta, ancora una volta, contro la macchinetta che dispensa gli snack e le bibite. In questo caso, però, oltre al furto i malviventi si sono prodotti in atti vandalici, lasciando tra l’altro scritte ingiuriose. In alcune classi, infatti, sono stati trovati escrementi e su una lavagna campeggiava una scritta contro i carabinieri.

San Martino: violati i sigilli, una donna denunciata

Aveva proseguito nei lavori di realizzazione di un fabbricato

MONREALE, 15 novembre - Nell’ambito di un servizio di controllo del territorio volto al contrasto dell’abusivismo edilizio, i carabinieri della stazione di San Martino delle Scale hanno deferito in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria per il reato di violazione dei sigilli T.G., nata a Palermo, classe 1949, residente nella frazione.

Altofonte, ancora furti di energia: un arresto

L'uomo condannato ai domiciliari

ALTOFONTE, 14 novembre - I carabinieri della stazione locale hanno tratto in arresto, per il reato di furto aggravato di energia elettrica, Graziano Bronzollino, nato a Bologna, classe 1980, residente ad Altofonte, pregiudicato, in atto sottoposto alla detenzione domiciliare, in quanto aveva realizzato un allacciamento abusivo direttamente alla rete pubblica per alimentare l’impianto elettrico della propria abitazione in via Molino di Sopra.

Furti di energia elettrica a San Martino, un arresto e una denuncia

Sequestrata pure una discarica abusiva

MONREALE, 12 novembre - Nell’ambito dei continui servizi di controllo disposti dal Comando Provinciale dei carabinieri di Palermo, finalizzati al contrasto dei furti di energia elettrica, i militari della stazione di San Martino delle Scale hanno tratto in arresto per furto aggravato di energia elettrica, C. B., 50enne del luogo e denunciato a piede libero per analogo reato D.N.P., 58enne, elettricista, anch’egli del luogo.

L'ultima "moda" della micro-criminalità monrealese: l'assalto alle macchinette delle merendine

Ben cinque negli ultimi mesi gli episodi di furti agli erogatori di snack

MONREALE, 7 novembre – Ormai è chiamata la banda delle “merendine”. E’ quella che colpisce le macchinette che distribuiscono snack, bibite e caffè nei locali pubblici. Sembra essere questa l’ultima moda della microcriminalità monrealese. Lo dicono le cronache, dal momento che negli ultimi due mesi sono ben cinque gli episodi di piccoli furti agli erogatori di merendine. Dato più allarmante, però, è che c’è il forte sospetto che a compiere questi furti (ai quali spesso si abbina un atto vandalico) siano giovanissimi, particolarmente avvezzi però, a delinquere, malgrado la giovane età.

Sette chili di hashish in macchina, arrestato 28enne

A trovare lo stupefacente è stato il cane dei carabinieri

MONREALE, 5 novembre - Il fiuto infallibile di “Mefisto”, pastore tedesco di 5 anni, lo ha incastrato. E’ stato, infatti, grazie al cane che i carabinieri della Compagnia di Monreale hanno tratto in arresto un giovane 28enne, perché trovato in possesso di quasi 7 chilogrammi di hashish, suddiviso in ben 22 panetti. Si tratta di Gianni D’Anna, residente a Palermo.

Trovata con un panetto di hashish, arrestata una donna

Un giovane, inoltre,  segnalato al prefetto per uso personale

MONREALE, 4 novembre - Nell’ambito dei continui servizi di prevenzione e repressione del traffico illecito di sostanze stupefacenti, disposti dal Comando Compagnia di Monreale, a seguito anche di numerose segnalazioni dei cittadini della zona, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Monreale, hanno tratto in arresto Rosalia Guarino, 46enne, casalinga di Partinico. Erano circa le ore 20.30 di ieri, quando una pattuglia dei militari dell’Arma, ha notato un’autovettura, Mini Cooper con a bordo due giovani e una donna che da Monreale si dirigeva verso Partinico.

Furti di energia elettrica, tre persone arrestate dai carabinieri

L'azione dei militari a San Martino, Monreale ed Altofonte

MONREALE, 1 novembre - Continuano incessanti i controlli disposti dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Palermo finalizzati al contrasto del dilagante fenomeno dei furti di energia elettrica. Seguendo le numerose segnalazioni di privati cittadini che lamentavano bruschi ed improvvisi cali della tensione elettrica ed effettuando anche una serie di mirati servizi notturni, i carabinieri della Compagnia di Monreale hanno focalizzato la propria attenzione su alcune abitazioni, ubicate in strade isolate, che erano illuminate anche nelle ore diurne.

Truffa ai danni della Serit, due persone ai domiciliari

L'indagine era iniziata nel 2008

PALERMO, 27 ottobre - Quietanze di pagamento dei tributi sarebbero state rubate e vendute a contribuenti che, in questo modo, evitavano di pagare il dovuto. Questo il meccanismo di una frode ai danni della Serit, società di riscossione in Sicilia, scoperta dalla Guardia di finanza, che ha arrestato due persone.

San Giuseppe Jato, i carabinieri arrestano tre rumeni

Avevano aggredito un connazionale, poi si sono scagliati contro i militari

SAN GIUSEPPE JATO, 24 ottobre - I carabinieri della stazione di San Giuseppe Jato, impiegati nell’ambito dei controlli del territorio e di pronto intervento disposti dal Comando Compagnia di Monreale, hanno tratto in arresto Benedict Ciurar, 51enne, Nicolae Chirila, 32enne e Ilarie Margelu, 49enne, rumeni, due domiciliati a Palermo ed uno senza fissa dimora, per violenza, minaccia, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Mafia: blitz dei carabinieri, arrestate 4 persone

L'accusa è quella di "intestazione fittizia di beni". Effettuati sequestri per un valore di circa 5 mln

MONREALE, 22 ottobre - Dalle prime ore dell’alba, i carabinieri del Gruppo di Monreale sono impegnati in un’operazione di servizio nel Monrealese, dove stanno eseguendo 4 ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal G.I.P. presso il Tribunale di Palermo su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di altrettanti soggetti accusati di intestazione fittizia di beni.

Ladri di merendine in azione: furto all'elementare "Morvillo"

L'azione avvenuta durante il ponte dei Defunti. Indagano i carabinieri

MONREALE, 3 novembre – Ladri di merendine in azione. Un furto all’interno della scuola elementare “Francesca Morvillo” di via Biagio Giordano” è stato messo a segno durante il ponte dei Defunti. Qualcuno si è introdotto all’interno del plesso scolastico, danneggiando la macchinetta che eroga bibite e merendine posta nel salone di ingresso dell’istituto. I vetri della macchinetta sono stati infranti e questa è stata divelta dall’alloggiamento nel quale stava e trasportata di alcuni metri.

Festività dei defunti, il piano dei carabinieri nella provincia di Palermo

L'attenzione dei militari soprattutto nei cimiteri, nelle chiese e nei luoghi di interesse turistico

PALERMO, 30 ottobre - Il Comando provinciale dei carabinieri di Palermo comunica che da oggi sono attivi i servizi preventivi, disposti dal comandante provinciale, colonnello Teo Luzi, per assicurare serenità alle persone che si recano nei cimiteri e nelle chiese durante il lungo ponte delle festività di tutti i Santi e della commemorazione dei propri defunti. Saranno effettuati appositi servizi per tutelare le abitazioni che di certo sono lasciate incustodite da coloro che effettueranno il week-end fuori città.

Altofonte, arrestato trentenne per violenza sessuale di gruppo

Era già ai domiciliari, dovrà scontare una pena residua di due anni e otto mesi

ALTOFONTE, 29 ottobre - I carabinieri della stazione di Altofonte hanno tratto in arresto L. N. B., classe 1980, in esecuzione dell’ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Palermo, Ufficio esecuzioni penali, poiché dovrà espiare la pena residua di due anni e otto mesi di reclusione per il reato di violenza sessuale di gruppo ai danni di una giovane ragazza del luogo.

Beni di mafia: le cosche si organizzano per occultarli

Il sindaco di Altofonte, Di Girolamo: "Gli uomini di Cosa Nostra non si danno per vinti e tentano di infiltrarsi"

MONREALE, 23 ottobre - L’operazione della Dda di Palermo, realizzata dal Gruppo carabinieri di Monreale, che ha portato all’arresto di quattro persone, accusate di intestazione fittizia di beni, ripropone il problema della facilità con cui è possibile eludere le leggi che regolano la partecipazione agli appalti pubblici da parte di soggetti cui mancano i requisiti per presentarsi alle gare ad evidenza pubblica e della difficoltà di avviare misure di prevenzione di carattere patrimoniale.

Prestanome del boss, in manette 4 persone

Avrebbero occultato il patrimonio di Cosa Nostra per evitarne il sequestro

PALERMO, 22 ottobre – Avrebbero avuto il ruolo di prestanome, in modo da poter consentire l’occultamento del patrimonio di Cosa Nostra, altrimenti aggredibile dalle leggi che regolano il sequestro dei beni dei mafiosi. È questo, in sintesi, il significato dell’operazione condotta stamattina dai carabinieri del Gruppo di Monreale, che ha portato all’arresto di quattro persone su esecuzione di altrettante ordinanze di custodia cautelare in carcere.