Altofonte, da domani le attività non autorizzate alla vendita di alimentari chiuderanno alle 13

(foto Massimo Merulla)

Il sindaco firma l’ordinanza. Possono effettuare il servizio a domicilio sino alle 18. Aperte le farmacie

ALTOFONTE, 25 marzo - Con l’ordinanza 636/PM, firmata in data odierna, per contenere il diffondersi il contagio da coronavirus ed impedire gli assembramenti di persone, il sindaco di Altofonte, Angelina De Luca, ha disposto dalla giornata di domani (26 marzo) la riduzione dell’orario di apertura al pubblico degli esercizi commerciali diversi da quelli autorizzati alla vendita di prodotti alimentari e dalle farmacie.

Dovranno chiudere alle 13, nei giorni feriali, con possibilità di effettuare servizio a domicilio, sino alle 18, secondo le disposizioni nazionali, fino a nuovo provvedimento i seguenti esercizi commerciali specificati:
-tabaccai;
-commercio al dettagli in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici;
-commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano, materiale elettrico e termoidraulico:
-commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari;
-commercio al dettaglio di articoli per l’illuminazione;
-commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici;
-commercio al dettaglio di articoli di profumeria, prodotti per toletta e per l’igiene personale;
-commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia;
-lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia, altre lavanderie, tintorie.
Continua ed essere consentita la sola ristorazione (bar, pub, ristoranti, pasticcerie, e gelaterie) con consegna “a domicilio” nel rispetto delle norme igienico-sanitarie.
Il personale della Polizia Municipale è stati incaricato per vigilare per l’osservanza dell’ordinanza.

FORM_HEADER

FORM_CAPTCHA
FORM_CAPTCHA_REFRESH